Archivi categoria: animal liberation

chi mangi ogni giorno?

4th-269-event-picture-with-ita-text

https://youtu.be/xaA7L4k269

i’ll house ya

altitude

Annunci

BAD PEOPLE wear fur

10422069_930779910303546_7345981186159938806_n-2

basta pellicce // no fur

Basta con queste maledette pellicce e il modo barbaro di farle!!! Basta allo scempio dei cuccioli di foca!! Basta agli allevamenti di ermellini, volpi e altri animali da pelliccia!! Basta alle importazioni di questi prodotti che ci insanguinano la coscienza!! Basta alla moda bastarda che sfrutta tale barbarie!! Basta a tutti “VOI” che ne fate uso signore e signori: immaginate di vedere il vostro animale da compagnia “trattato” per fare una pelliccia. Vi piace ancora così tanto indossarla?

No more slaughtered animals for their fur, non more baby seals bludgeoned to death, not one more minks, nor foxes or dogs to be skinned, lets ground the fur market, ignore fashion. Imagine your other than human companion and friend having to suffer.

Tutto è collegato

exiting the matrix

 


 

“Desidero condividere con te una geniale intuizione che ho avuto, durante la mia missione qui. Mi è capitato mentre cercavo di classificare la vostra specie. Improvvisamente ho capito che voi non siete dei veri mammiferi: tutti i mammiferi di questo pianeta d’istinto sviluppano un naturale equilibrio con l’ambiente circostante, cosa che voi umani non fate. Vi insediate in una zona e vi moltiplicate, vi moltiplicate finché ogni risorsa naturale non si esaurisce. E l’unico modo in cui sapete sopravvivere è quello di spostarvi in un’altra zona ricca. C’è un altro organismo su questo pianeta che adotta lo stesso comportamento, e sai qual è? Il virus. Gli esseri umani sono un’infezione estesa, un cancro per questo pianeta: siete una piaga”.
[Agente Smith – Matrix]

PASSEGGIATA+FLASH MOB A GROSSETO CONTRO L’INDUSTRIA DELLE PELLICCE

Questa mattina, su indicazione della Procura, il tribunale di Grosseto ha assolto per “tenuità” del reato i due imputati accusati, nel Novembre di tre anni fa, di avere organizzato una “riunione non autorizzata” che si poi si articolò in una passeggiata serale spontanea da parte di un gruppo di persone sensibili alla causa per il centro cittadino in biancheria intima e con indosso cartelloni contro lo sfruttamento e l’uccisione di animali per farne pellicce.
Avremmo preferito che i due venissero giudicati in maniera diversa tenendo conto dei fatti e delle testimonianze e assolti conseguentemente con formula piena.
Per il momento i due attivisti non dovrebbero subire alcuna sanzione.
Da parte nostra continuiamo a credere che sia meglio andarsene in giro NUDI piuttosto che con indosso pellicce o inserti di pelle strappati ai legittimi proprietari con ferocia e senza alcuna giustificazione da coloro ( cacciatori, allevatori, negozianti senza scrupoli e stilisti ) i quali traggono un profitto dalla infinita sofferenza di questi individui senzienti.

A.D.I.

ImageImageImageImageImageImageImageImageImage

ImageImageImageImageImageImageImageImageImageImage

PASSEGGIATA PER IL CORSO CITTADINO PER DARE RISALTO ALLA SOFFERENZA DEGLI ANIMALI IMPRIGIONATI, SCUOIATI, UCCISI DALL’INDUSTRIA DELL’ABBIGLIAMENTO LA QUALE, PROMUOVE IN MANIERA VERGOGNOSA TALI PRATICHE INSERENDO PARTI DI PELO O DI PELLICCIA IN GIACCHE, GIUBBOTTI, CAPPOTTI, GUANTI, SCARPE, CAPPELLI, BORSE.

CHIEDIAMO A TUTTE LE PERSONE CHE HANNO UN CUORE DI FERMARSI E DI CONSIDERARE LA PROVENIENZA DI QUESTI INSERTI PRIMA DELL’ACQUISTO, DI INFORMARSI SULLA CRUDELTA’ INSITA NELLA PRODUZIONE DEGLI INSERTI, DI FARSI UNA IDEA PROPRIA E DI NON CEDERE ALLA PRESSIONE DELLA MODA E DELLA MASSIFICAZIONE.

NON INDOSSARE, NON REGALARE, NON COMPRARE PELLICCE.

CHIEDIAMO IL BOICOTTAGGIO TOTALE DI TUTTI I NEGOZI, DI TUTTE LE MARCHE, DI TUTTI GLI STILISTI CHE SI OSTINANO A UTILIZZARE E A VENDERE INDUMENTI IN DI QUESTO TIPO.

LIBERAZIONE ANIMALE PER LA NOSTRA LIBERAZIONE DAL LORO DOMINIO, DALLA LORO VIOLENZA, DALL’IDEA CHE IL FORTE POSSA SCHIACCIARE L’INERME.

Qui è disponibile il video dell’intera iniziativa:

http://youtu.be/b-v3jlGWO3s

__________________________________________________________

View original post 158 altre parole

La mia birra è Vegan?

Da oggi la rinomata birra scura irlandese Guinness può venire considerata Vegan.

La Compagnia che la produce, la St James’s Gate Brewery, ha comunicato di voler rinunciare alla pratica di filtraggio, nei processi di produzione della bevanda, la quale si affidava a dei dispositivi realizzati con la vescica di pesce.

guinness pintsLa Guinness è una delle marche di birra più note e apprezzate nel mondo e commercializza i propri prodotti da oltre 250 anni.

Da tempo alcuni gruppi di pressione vegani e vegetariani esercitavano a livello mondiale la loro azione, principalmente attraverso lo strumento delle petizioni, per persuadere Guinness ad interrompere la pratica tecnica la quale consente di separare le parti schiumose di lievito ( di birra ), lo yeast appunto, dallo stout, ovvero la componente più corposa, densa e connotata da una importante gradazione alcolica, delle misture in fase di raffinazione depositate nei tini.

Per coloro i quali, la scelta di alimenti, vestiario e attività quotidiane, così come la selezione delle bevande da gustare, passa da una serie di considerazioni etiche sull’impatto che quei determinati prodotti dell’industriosità umana hanno esercitato sul mondo vivente, il dilemma delle “birre inglesi” è da sempre un fantasma che appare ogni qualvolta che ci si accinge all’acquisto di questa particolare bevanda.

Ma non si tratta soltanto della birra, talvolta anche alcune varietà di vino vengono ottenute con l’ausilio di supporti direttamente derivati dallo sfruttamento degli altri animali.

Tali supporti quali la gelatina ( non vegetale ), la caseina, la glicerina o il cosidetto isinglass ( appunto il budello intestinale dei pesci ) provengono tutti dall’industria zootecnica, la quale, come sappiamo, assoggetta individui senzienti di altre specie, fatti nascere in maniera seriale attraverso lo stupro generalizzato delle madri, ad un trattamento brutale di prigionia e di sterminio sistematico.

La regola d’oro da osservare per noi vegani hardcore fino ad adesso era stata quella di evitare, per quanto possibile, ogni birra inglese a favore di quelle  belghe e tedesche per la produzione delle quali le rispettive breweries si affidano a modelli di filtro più tradizionali e moralmente accettabili.

corona beer vegan
…or rather, it wasn’t…

Tutto ciò che ci permette di avanzare nella direzione della liberazione dei nostri fratelli non umani dalla schiavitù e dalla disperazione imposta loro dalla civiltà umana, per quanto poca cosa possa apparire, costituisce un passaggio verso il cambiamento evolutivo che la filosofia vegan auspica e promuove: un mondo dove la solidarietà, la compassione e l’amore prevalgono su egoismo, psicopatia e su di una condotta discriminatoria guidata dall’ignoranza e dall’imperio economico.

Grazie a Lunch Box Mag e a The Times

The Droid

ancora sulla Schiavitù

Se desideri sapere da che parte saresti stato/stata al tempo della schiavitù e della lotta per la sua abolizione, non considerare la tua attuale idea sulla schiavitù, ma interrogati sulla moralità della schiavitù, ancora imposta oggi, sugli animali non umani.

modern slavery

THE ENSLAVEMENT OF THE ANIMALS IS DONE FOR THE SAME REASON…as it was done to other humans…the slave master tries to get the most profit, with the least expenditure…we now see this to be wrong with humans…the next step in our evolution?….to realize this is WRONG FOR ALL SPECIES… ( courtesy of Animal Freedom Fighter )

..chi non possiede il potere…

Adolf Hitler affermò: chi non possiede il potere perde il diritto alla vita.

barbed wire E’ ironico che pur avendo perso la guerra la sua visione fascista trionfi nel mondo : la civiltà umana opera sul presupposto che siccome pecore, agnelli, maiali, galline e conigli, tra gli altri, non sono nella posizione di potersi difendere, allora possiamo fare di loro tutto ciò che desideriamo.

Per questo motivo per loro gli esseri umani sono tutti nazisti.

goatyviaggi senza ritorno —> la realtà e l’ideologia…

Nuovo Video da IFEEL // Still Meat – IFEEL new track

STILL MEAT (…) una canzone dedicata a tutti gli altri animali ancora abusati, torturati e uccisi ogni singolo giorno, in ogni dove, con le modalità più odiose.

C’e’ ancora  troppo dolore e troppa paura nelle loro vite. IFEEL si è sentito di esprimere tutto questo nel suo nuovo brano perchè profondamente oltraggiato da tutto questo.

Da condividere e da amare. tetica the cow

La canzone è scritta dalla prospettiva delle vittime che subiscono la violenza. L’immagine qui accanto ritrae Tetica, una mucca salvata da un allevamento intensivo.

Lasciamo che Tetica e tutti gli altri animali umiliati e torturati dal sistema specista che domina l’intero mondo vivente raccontarci la loro storia.

La componente musicale del brano è di DR Dre , il titolo originale del brano Still DRE  – un classico gangsta hip hop trasformato in un inno alla dignità degli altri animali da IFEEL.

I testi del brano sono disponibili sulla clip disponibile su YouTube.

Per vedere l’intero concerto di IFEEL con il sottoscritto nelle vesti di curatore dei beats che si è svolto a Toulouse ( Francia ) nell’ambito del festival NOcageArtFest nel Novembre 2013 viaggiare qui!!!!

Qui di seguito la narrativa che accompagna la press release di IFEEL che ringrazio e saluto.

STILL MEAT has been unleashed. Click HERE or on the pic below to watch the video!
I wrote this song because animals are STILL abused, tortured and killed every single day – in every single country, in every possible hideous way. There is STILL much pain and fear in their lives. I had to express this as a song one more time because I am outraged by the way we treat animals. If you feel it, please share it.

The song is written from the abused animals’ point of view. The cow above is Tetica, a cow saved from a factory farm. Let her and other hurt animals tell you their story. The beat is from Dr Dre’s song Still D.R.E. – classic gangsta beat turned into an animal dignity song. Lyrics are posted below the video on YouTube.

Libertà dal Carnismo

Quale la differenza tra lo sterminio sistemico e seriale operato dall’industria agro alimentare ai danni degli altri animali e l’olocausto sofferto da determinate minoranze etniche e culturali messo in atto dai nazisti nella Germania di Hitler che di anno in anno ci viene ricordato dalle istituzioni cosiddette democratiche come monito affinché l’umanità non cada nuovamente in tale barbarie?
Per gli altri animali, quelli che languiscono e muoiono nei moderni campi di sterminio i quali sorgono ai margini della nostra civile società dei consumi non è mai finito.
La rivoluzione etica e libertaria si fa con la forchetta, ogni giorno.

A.D.I.

libertà per tutti gli schiavi

In queste ore, in molte parti del mondo, si celebra il settantesimo anniversario della sconfitta del terzo reich, della germania di A.Hitler e dello smantellamento dei campi di sterminio verso i quali venivano avviati ebrei, comunisti, Rom e omosessuali per menzionare soltanto alcune delle “categorie” umane che in misura maggiore hanno sofferto l’oppressione totalitaria di quel regime.

Per molti di noi l’olocausto continua a realizzarsi ogni giorno dietro le mura dei mattatoi, all’interno degli allevamenti, in tutti i luoghi di segregazione e di annientamento di miliardi di altri animali il quale destino è segnato dal profitto che lo sfruttamento dei loro corpi genera per l’economia umana e dalle abitudini alimentari di una moltitudine insensibile al loro tremendo carico di sofferenza e di dolore.

Nel settantesimo anniversario della sconfitta del nazismo di stato il nostro pensiero e la nostra azione va a queste vittime seriali e anonime che l’attuale sistema non…

View original post 139 altre parole

TECHNOTERRA @ NO CAGE ( Prato ) sabato 18 aprile 2015 – #occupyMcDonalds a Firenze domenica 19

technoterra al No Cage Aprile 2015TECHNOTERRA SOUNDSYSTEM ( techno/breakbeat ) con special guests THE DUBWISER ( ragga tek ) e DJ STOCKHOLM ( reggae/danceHall ) per una notte di musica elettronica al NO CAGE di Prato, importante realtà vegan antispecista regionale.

10551104_368629153289387_3515262953690338802_n
NO CAGE Via Borgovalsugana 198 PRATO

La domenica seguente, il 19 Aprile, parteciperemo a Firenze alla giornata di lotta curata da Antispecisti Pratesi nell’ambito della campagna nazionale #occupyMcDonalds 

Riprendiamo dal sito del gruppo organizzatore della mobilitazione Earth Riot:

Mc Donalds è un’icona del capitalismo, del consumismo, simbolo di quell’industria della carne e dei derivati che uccide miliardi di animali ogni anno.

McDonalds la multinazionale per eccellenza dello sfruttamento globalizzato, colpevole di promuovere la deforestazione, alimentare il problema della fame nel mondo e lo sfruttamento dei lavoratori e del lavoro minorile.

Essere antispecisti significa rifiutare e condannare ogni forma di schiavitù, sfruttamento e discriminazione.

Per queste ragioni non possiamo accettare che all’interno dei fast food McDonald’s e simili venga proposta un’altenativa vegan, subdolo e disperato tentativo da parte della multinazionale di risollevare i propri guadagni tentando di attirare una fetta di consumatori sulla carta ostili.

Lanciamo quindi #OccupyMcDonaldsTour: una serie di presidi itineranti, non violenti, di informazione pulita per sottolineare ancora una volta che non vogliamo McDonald’s “sostenibile”, lo vogliamo chiuso!

Il primo appuntamento in programma si terrà a  Bologna, domenica 29 Marzo a cura di Earth Riot.

Per maggiori informazioni sulle politiche di McDonald’s in rispetto ad animali, ambiente e lavoratori visitare qui

no cage image mixdj cover
With tracks by the following producers: Beat Therapy, Carlo Lio, dubspeeka, Hans Bouffmyhre & Flug, Kaiserdisco, Luigi Madonna, Pascal Nuzzo & Subjects, Ronny Vergara , Alex Mine, Fauntleroy, Green Velvet, Kasbah Zoo, Monika Kruse meets Pig&Dan, Ruben Mandolin, Victor Calderone -|- recorded on march 2015 Il Circolo NO CAGE IS A VEGAN VENUE THAT PROMOTES EVENTS SUCH AS CONCERTS, CONFERENCES, COOKING COURSES, VEG DINNERS AND MORE. NO CAGE IS LOCATED IN THE TOWN OF PRATO ( TUSCANY ) VIA BORGOVALSUGANA 198 – check them out

FOTO dei due eventi (PRATO) QUI e (FIRENZE) QUI

Ascolta, scarica e diffondi il NO CAGE mix da  qui ———————->