Archivi tag: attivismo per i diritti degli animali

Fai la Connessione / Make the Connection

human slaves
Aborigeni in catene, Australia, 1928 Aboriginals in chains, Australia, 1928.

Non molti anni fa questa immagine era considerata normale e legale.

Le lotte per la liberazione degli altri animali non sono differenti da quelle che sono state combattute per la liberazione dalla schiavitù imposta, dai colonizzatori bianchi, alle popolazioni native dell’Australia, delle Americhe, dell’Africa.

Verrà il giorno in cui non potremo che vedere con il medesimo orrore le immagini che testimoniano atti di crudeltà e ferocia perpetuate per mantenere l’attuale stato di dominio dell’Uomo sulle altre specie  sensienti.

Cambia il mondo.

Diventa un attivista per la liberazione degli animali, sii la voce e la forza dei moderni schiavi non umani.

#failaconnessione

La LORO liberazione è la NOSTRA liberazione.

Not many years ago this image was seen as something normal and legal.

The current struggle for the rights of the other animals is not different from this.

There will come a day when  we will see with horror too any image portraying cruelty and violence on  other species perpetuated by Man.

Change the world.

Become an activist for all animal’s rights, be their voice, change the world.

#maketheconnection

Annunci

Liberazione Totale ( Amore è Liberazione ), ma ne avremo il tempo?

Quand une publicité choisit pour thème une libération d’animaux, on se dit que les temps sont en train de changer (  clip taken from a L214 Ethique et Animaux  post, we are investigating on the original authors, we’re under the impression it could have been made in Israel )

In una società sempre più governata dalla capacità dei media globali di plasmare e di orientare l’opinione pubblica attraverso l’ausilio di immagini e di simboli ispirati al consumismo, un messaggio pubblicitario che sceglie di presentare un atto di liberazione di animali ridotti in schiavitù ( in questo caso per fini alimentari ) ci intitola a credere che i tempi stiano davvero cambiando.

Questo a fronte dell’autorevole prospettiva di un grande attivista ( oltrechè autore e filosofo ) Steven Best , il quale ci riporta coi piedi in terra e ci rammenta che a meno di non riuscire ad organizzare una Rete in grado di mettere in atto pratiche di azione diretta e incisiva sul territorio, su larga scala, pratiche volte alla liberazione totale il tempo rimasto a nostra disposizione non ce lo consentirà.

Nel suo nuovo libro Total Liberation: Revolution for the 21st Century  egli ci introduce la sua visione apocalittica di una società distopica nella quale una serie di avvenimenti originati da crisi di natura sociale ed ecologica ci porteranno in maniera sempre più accellerata verso la catastrofe, nullificando le nostre aspettative ( in quanto umani ) di svincolo dal dominio del Capitale e di sopravvivenza  di tutte le altre specie.

Il libro è articolato su di un numero di differenti saggi redatti dall’autore in un tentativo di dare impulso allo sviluppo di una strategia di lotta coerente e in linea con il nostro ideale di liberazione totale per il 21° secolo. Il volume in Italia è edito dai tipi di Ortica total lib steven best

In a global mass society where opinion making is made up by images and symbols of consumption,  an advertisement that chooses a theme featuring the release  of captive animals , then  we are entitled to believe that times ( and tides ) are really changing , that inspite   great activist /philosopher  Steven Best reminds us of the truth: unless we manage to organize incisive direct action on a large scale time will not be sufficient to release our goals.

In his new book Total Liberation: Revolution for the 21st Century   author  tell us of a  dystopian and apocalyptic times , the  times we are in now as a matter of fact, in which a number of concurring and accelerating  social and ecological crisis are destroying our chances for survival.
Book is cohered into  a number of different essays in an attempt to articulate a revolutionary politics of total liberation for the 21st century.

Fanatici, Criminali, Estremisti o soltanto INDIPENDENTI?

Da un Blog di quasi due anni fa. quanto riportato fornisce un’idea sul tipo di mentalità che governa la città di Grosseto e su quali siano i valori guida delle istituzioni locali. Fare attivismo da queste parti è materia complicata.

A.D.I.

Image

Fin dalla prima esperienza pubblica di questa Onlus, nel Gennaio del 2011, quando mostrammo in una piazza a Grosseto, le immagini e le sequenze di ciò che tipicamente avviene nei mattatoi e negli allevamenti di animali da carne, i Media e la gente hanno iniziato ad mostrare una sensibilità, qualcuno dice un “senso di colpa”, verso questo tipo di sfruttamento altrimenti tenuto ben nascosto dai loro occhi.

La novità era anche quella che dei ragazzi promuovessero questa cosa in strada , in maniera indipendente, informale, che si ponessero come “risorsa” per discutere la “questione animale” liberamente con i passanti che desiderassero approfondire. In seguito a quella prima uscita fu organizzato anche un dibattito pubblico sull’”abolizione della carne” http://youtu.be/KKIw4c27nXE

Associazione D’Idee ha organizzato da allora una trentina di tali eventi in strada, sempre a tema http://associazionedideeonlus.wordpress.com/ sempre portando tra la gente le immagini più tragicamente vivide ed evocative che nei circoli…

View original post 1.000 altre parole

Technoterra+Cena Vegan+presentazione ANTISPECISMO

Technoterra+Cena Vegan+presentazione ANTISPECISMO

Sabato 11 Maggio 2013 presso gli impianti sportivi di Via Austria a Grosseto

( 167 Nord, zona Ospedale ),

Technoterra Soundsystem e Associazione D’Idee Onlus http://associazionedideeonlus.wordpress.com/

insieme per questa importante Iniziativa di promozione e diffusione della pubblicazione MANIFESTO ANTISPECISTA con Conferenza sul tema e cena VEGAN.

http://associazionedideeonlus.wordpress.com/2013/04/24/cena-vegan-antispecista-a-grosseto/

Per contatti e prenotazioni 3281544997.