165 bpm of passion

mixdj cover anhedonia mix

Over 2 hours of very fast raw techno numbers, set kicks off with some fiery london acid old school tunage, sequence then moves over towards the ( kinda ) funkier side of business as flow articulates heavy on its 165 beats per minute throughout, full live DJing slot supported by local sound systems  ( Karontek//Dubtown ) as part of a south of Tuscany private party event held in May  this year … so come again my selecta!

…..catch Technoterra’s Royston spin on web radio :

http://streema.com/radios/play/109 

www.afterhoursdj.org broadcast all live all the time // 24-7 Techno, Hopuse, Trance, Breaks, Check it out….

@ La Grande Mela , Arezzo

QUI foto e video della nottata di musica con DubWaiser, AndX23, Giacomo23 e Royston Blake #DUBTOWN SOUNDSYSTEM# photos and videos to portray a night of electronic beats at La Grande Mela, Arezzo ( ITA ) THX Irving Fiorentino Copacabana Group

15235925_128877454265516_3942177119042090870_o

Dub Town Soundsystem @ La Grande Mela ( Arezzo ) 07 Dicembre 2016

Arte Militante Contro la Vivisezione

Nel Giugno dello scorso anno una giovane attivista/performer si è lasciata abusare attraverso pratiche di contenzione e di alimentazione forzata per attivare l’attenzione dei passanti sulla questione delle torture e degli atti di violenza ai quali gli animali devono sottostare per mano dell’Uomo nei laboratori, negli allevamenti, negli impianti di sfruttamento intensivo delle industrie cosmetiche e alimentari.

regents 1La ventiquattrenne ha subito 10 ore di esperimenti dal vivo dai suoi tormentatori ( anch’essi attivisti per la Liberazione Animale ) i quali hanno compreso la rasatura totale dei capelli e l’iniezione di sostanze irritanti negli occhi.

Questa azione è stata realizzata presso il negozio di cosmesi LUSH in una delle strade maggiormente trafficate di Londra, Regent’s Street.

Jacqueline Traide, questo il nome della coraggiosa attivista che nella vita studia scultura, ha dato l’impressione di essere genuinamente terrorizzata dall’esperienza di venire immobilizzata e di trovarsi impossibilitata a rimuovere alcuni degli apparecchi che erano stati applicati al suo corpo.

Tra le altre cose, Jaqueline ha subito escoriazioni, soffocamenti parziali e aghi infilati negli arti, solo una frazione delle atroci e devastanti operazioni invasive che le cavie da laboratorio altro-che-umane subiscono prima di venire uccise dagli sperimentatori bio medici e dai ricercatori che le utilizzano nei loro esperimenti.

Molti passanti che si sono trovati a testimoniare tali scene di violenza si sono mostrati estremamente colpiti dalla performance, alcuni atterriti dalla autenticità delle scenografie le quali intendevano riprodurre la sofferenza e il terrore che gli animali provano durante i test nei laboratori. regents 2

The Humane Society International insieme a Lush Cosmetics hanno collaborato nella realizzazione di questa azione per dare impulso ad una Campagna globale contro la sperimentazione su animali nei cicli di produzione e commercializzazione di prodotti cosidetti “di bellezza”.

Una rappresentante di Lush, Tamsin Omond, ha dichiarato: “la cosa curiosa è che se avessimo messo in vetrina un cane Beagle, se lo avessimo sottoposto a tale trattamento, nel giro di poco ci saremmo ritrovati nei locali la polizia e funzionari della RSPCA ( la protezione animali inglese ). Sappiamo che simili atrocità vengono compiute sugli animali dalle multinazionali dei cosmetici ogni giorno, al sicuro da occhi indiscreti che potrebbero svelarne gli orrori al pubblico, questa azione è finalizzata a ricordare agli ignari clienti, i quali acquisteranno prodotti derivati dalla vivisezione, che coi loro soldi finanziano e giustificano lo scempio compiuto su milioni di corpi senzienti innocenti” … animali che moriranno in solitudine nel freddo delle loro gabbie.

Qui il video della straordinaria performance

L’articolo originale dal quale abbiamo tratto parte dei contenuti e le foto può venire letto qui.